Pizza dolce di Pasqua Umbra

giovedì, marzo 17, 2016

E' tradizione da sempre dalle mie parti, durante il periodo Pasquale di preparare queste pizze dolci da mangiare poi a Pasqua. Quando ancora c'erano i miei nonni la mattina di Pasqua prima di andare alla messa, scendevamo da loro e nonna aveva apparecchiato la tavola con le pizze sia dolci che al formaggio, il capocollo, la frittata con le varie erbe aromatiche, le uova sode e quelle di cioccolato, e ognuno sceglieva poi quello che preferiva. Io mangiavo sempre una  fetta di pizza dolce con un bel pezzettone di uovo di cioccolato fondente. Cosa che mi piace mangiare tutt'ora, anche se  che questa usanza  della colazione è ormai  andata persa.
Ogni anno cerco di ricreare il sapore della pizza che preparava mia nonna, ma ahimè la ricetta originale non si è più ritrovata e ogni anno attingo da qualche appunto e da vari libri di ricette tipiche per poterla rifare come la preparava lei. Questa devo dire che la ricorda molto, anche se credo che ormai dovrò rassegnarmi al solo ricordo dell'originale, quello fortunatamente non me lo toglierà nessuno!




Ingredienti:
- 300 gr farina 00
- 200 gr farina manitoba (Io Molino Perteghella)
- 150 gr di zucchero
- 30 gr di burro
- 70  gr di strutto
- 4 uova
- 100 ml di acqua tiepida
- 1 pizzico di sale
- 15 gr di lievito di birra (25 gr se volete accorciare i tempi di lievitazione)

Aromi:
- scorza grattugiata di un'arancia bio
- scorza grattugiata di un limone bio
- 2 bustine di vanillina
- 4/5 cucchiai di liquori io marsala, mistrà e alkermes
- 1 cucchiaino di cannella

Ingredienti per la glassa:
- 100 gr di zucchero a velo
- 2 cucchiai di acqua calda
- zuccherini colorati




Procedimento: in un bicchiere mischiare tutti gli aromi e metterli da parte. Sciogliere il lievito in acqua tiepida mescolare per farlo sciogliere e aspettare qualche minuto. Nel frattempo in una grande ciotola versare 100 gr di farina (dai 500 gr previsti) e versarci sopra l'acqua precedentemente preparata con il lievito, mescolare per amalgamare il tutto e coprirlo con un po' di farina e far riposare una mezz'ora circa. Io l'ho messo nel forno con la luce accesa. Intanto in un piatto
sbattere le uova con lo zucchero e quando il panetto sarà screpolato in superficie unire man mano le uova, il pizzico di sale e la farina , poi unire gli aromi e infine lo strutto e il burro ammorbiditi ma non fusi.
Lavorare l'impasto che sarà molto morbido e all'occorrenza aggiungere un po' di farina, e lavorare fino ad incordare tutto il composto. Questo procedimento può essere fatto con la planetaria con la frusta a gancio o volendo a mano ma ci vorrà sicuramente molto più tempo.
Far lievitare un'ora circa, se avete messo più lievito una quarantina di minuti. Io sempre nel forno chiuso con la luce accesa e la ciotola coperta con la pellicola trasparente.

Trascorso il tempo si da all'impasto la forma di una palla, facendo attenzione a non incorporare aria. Si effettua la cosiddetta pirlatura. (Consiglio di guardare questo video per la tecnica della pirlatura)
Mettere la palla d'impasto negli stampi appositi,  che avrete imburrato e spolverato di farina
Far lievitare in luogo caldo (temperatura non inferiore ai 28°) fino a che l'impasto non raggiunge il bordo della teglia. Io nel forno con la luce accesa e con una pentolina di acqua bollente, il calore del vapore aiuta a diminuire i tempi di lievitazione. Una volta lievitata toglierla lentamente dal forno e accendere il forno.
Cuocere in forno caldo a 180°/190° per circa 40/45 minuti, fare la prova stecchino e eventualmente coprire la parte superiore con della carta forno se vedete che la cupola inizia a colorirsi troppo.
(Io tenendola a lievitare nel forno ho preferito non spostarla, ho acceso il forno e cotta direttamente così togliendo la pentolina con l'acqua, ma detto fuori dai denti non so' se questa possa essere una procedura corretta.)

Una volta cotta e raffreddata sulla gratella, preparare la glassa con lo zucchero a velo. Setacciare lo zucchero a velo e unire un cucchiaio d'acqua calda e mescolare per bene in modo che tutto zucchero si bagni. Aggiungere l'altro cucchiaio d'acqua se risulta non spalmabile e continuare a mescolare. Lo zucchero non deve essere eccessivamente liquido. Aggiustatela eventualmente aggiungendo altro zucchero se troppo liquida altrimenti altra acqua se troppo densa ma sempre aggiungendo man mano.
Versare il composto sulla superficie della pizza e aggiungere gli zuccherini colorati.



Post simili

3 commenti

  1. che delizia,bellissima e sicuramente buonissima,blog goloso e bello
    da vedere,ti aggiungo ai blog he seguo,alla prossima,felice Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolci Ricette9:31 PM

      Grazie Paola e benvenuta!! :)

      Elimina
  2. Ma quanto è bella??? Davvero stupenda...complimenti!!! Stupendissimo anche il blog! :-)
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina

Pizza dolce di Pasqua Umbra

E' tradizione da sempre dalle mie parti, durante il periodo Pasquale di preparare queste pizze dolci da mangiare poi a Pasqua. Quando ancora c'erano i miei nonni la mattina di Pasqua prima di andare alla messa, scendevamo da loro e nonna aveva apparecchiato la tavola con le pizze sia dolci che al formaggio, il capocollo, la frittata con le varie erbe aromatiche, le uova sode e quelle di cioccolato, e ognuno sceglieva poi quello che preferiva. Io mangiavo sempre una  fetta di pizza dolce con un bel pezzettone di uovo di cioccolato fondente. Cosa che mi piace mangiare tutt'ora, anche se  che questa usanza  della colazione è ormai  andata persa.
Ogni anno cerco di ricreare il sapore della pizza che preparava mia nonna, ma ahimè la ricetta originale non si è più ritrovata e ogni anno attingo da qualche appunto e da vari libri di ricette tipiche per poterla rifare come la preparava lei. Questa devo dire che la ricorda molto, anche se credo che ormai dovrò rassegnarmi al solo ricordo dell'originale, quello fortunatamente non me lo toglierà nessuno!




Ingredienti:
- 300 gr farina 00
- 200 gr farina manitoba (Io Molino Perteghella)
- 150 gr di zucchero
- 30 gr di burro
- 70  gr di strutto
- 4 uova
- 100 ml di acqua tiepida
- 1 pizzico di sale
- 15 gr di lievito di birra (25 gr se volete accorciare i tempi di lievitazione)

Aromi:
- scorza grattugiata di un'arancia bio
- scorza grattugiata di un limone bio
- 2 bustine di vanillina
- 4/5 cucchiai di liquori io marsala, mistrà e alkermes
- 1 cucchiaino di cannella

Ingredienti per la glassa:
- 100 gr di zucchero a velo
- 2 cucchiai di acqua calda
- zuccherini colorati




Procedimento: in un bicchiere mischiare tutti gli aromi e metterli da parte. Sciogliere il lievito in acqua tiepida mescolare per farlo sciogliere e aspettare qualche minuto. Nel frattempo in una grande ciotola versare 100 gr di farina (dai 500 gr previsti) e versarci sopra l'acqua precedentemente preparata con il lievito, mescolare per amalgamare il tutto e coprirlo con un po' di farina e far riposare una mezz'ora circa. Io l'ho messo nel forno con la luce accesa. Intanto in un piatto
sbattere le uova con lo zucchero e quando il panetto sarà screpolato in superficie unire man mano le uova, il pizzico di sale e la farina , poi unire gli aromi e infine lo strutto e il burro ammorbiditi ma non fusi.
Lavorare l'impasto che sarà molto morbido e all'occorrenza aggiungere un po' di farina, e lavorare fino ad incordare tutto il composto. Questo procedimento può essere fatto con la planetaria con la frusta a gancio o volendo a mano ma ci vorrà sicuramente molto più tempo.
Far lievitare un'ora circa, se avete messo più lievito una quarantina di minuti. Io sempre nel forno chiuso con la luce accesa e la ciotola coperta con la pellicola trasparente.

Trascorso il tempo si da all'impasto la forma di una palla, facendo attenzione a non incorporare aria. Si effettua la cosiddetta pirlatura. (Consiglio di guardare questo video per la tecnica della pirlatura)
Mettere la palla d'impasto negli stampi appositi,  che avrete imburrato e spolverato di farina
Far lievitare in luogo caldo (temperatura non inferiore ai 28°) fino a che l'impasto non raggiunge il bordo della teglia. Io nel forno con la luce accesa e con una pentolina di acqua bollente, il calore del vapore aiuta a diminuire i tempi di lievitazione. Una volta lievitata toglierla lentamente dal forno e accendere il forno.
Cuocere in forno caldo a 180°/190° per circa 40/45 minuti, fare la prova stecchino e eventualmente coprire la parte superiore con della carta forno se vedete che la cupola inizia a colorirsi troppo.
(Io tenendola a lievitare nel forno ho preferito non spostarla, ho acceso il forno e cotta direttamente così togliendo la pentolina con l'acqua, ma detto fuori dai denti non so' se questa possa essere una procedura corretta.)

Una volta cotta e raffreddata sulla gratella, preparare la glassa con lo zucchero a velo. Setacciare lo zucchero a velo e unire un cucchiaio d'acqua calda e mescolare per bene in modo che tutto zucchero si bagni. Aggiungere l'altro cucchiaio d'acqua se risulta non spalmabile e continuare a mescolare. Lo zucchero non deve essere eccessivamente liquido. Aggiustatela eventualmente aggiungendo altro zucchero se troppo liquida altrimenti altra acqua se troppo densa ma sempre aggiungendo man mano.
Versare il composto sulla superficie della pizza e aggiungere gli zuccherini colorati.



3 commenti:

  1. che delizia,bellissima e sicuramente buonissima,blog goloso e bello
    da vedere,ti aggiungo ai blog he seguo,alla prossima,felice Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolci Ricette9:31 PM

      Grazie Paola e benvenuta!! :)

      Elimina
  2. Ma quanto è bella??? Davvero stupenda...complimenti!!! Stupendissimo anche il blog! :-)
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina

Popular Posts

Like us on Facebook

Ultime da Instagram