Brioches e granita di Modica

giovedì, luglio 12, 2007

Prende il via oggi una Rubrica dedicata alle Dolci Ricette regionali della nostra bella Italia. L'idea è nata per caso, quando Liliana mi ha mandato in mail la ricetta delle tipiche brioches di Modica che accompagnano le altrettante famose granite. Così le ho chiesto di poterla pubblicare e dar vita a questa iniziativa.


*Chi volesse far conoscere le Dolci Ricette tipiche della propria regione può mandarmele al mio indirizzo e-mail, insieme ad una foto e una presentazione del dolce....


Di seguito riporto la presentazione scritta da Liliana e le ricette che mi ha gentilmente mandato...



Presentazione: Chiunque si trovi a passare nelle zone costiere della Sicilia orientale non può
non gustare seduto in un bar (con tavolini in ferro battuto davanti a qualche chiesa barocca, come si è già visto in alcuni spot televisivi per dei noti thé) la tipica granita siciliana con la brioche. Non è solo ghiaccio con sciroppi vari, è proprio un composto che viene cotto e poi
“grattato” (con il cucchiaio che si passa con forza sulla granita gelata e ne
viene fuori una crema).La granita è un dolce estivo ma viene apprezzato soprattutto a pranzo in sostituzione di pietanze più consistenti! Vi consiglio di provare la “incappucciata”: due terzi del bicchiere sono composti di panna, si mette la panna sul fondo e poi la granita al caffè e di nuovo la panna… con la brioche è veramente fenomenale!



La ricetta della granita (quella che faccio io a casa, ovviamente quella dei bar è più buona, per circa 4 bicchieri di granita):
- mezzo litro di acqua
- 300 gr di zucchero
- 150 ml di succo di limone

Procedimento: Si porta ad ebollizione l’acqua, si fa raffreddare un po’ e si aggiunge il succo di limone e lo zucchero girando solamente con un cucchiaio. Si mette nel congelatore e si gira di tanto in tanto per non farla congelare del tutto, dopo un paio d’ore si raschia con il cucchiaio ed è pronta.

Per chi avesse un buon frullatore o il Bimby si può fare con lo stesso procedimento il composto e poi dopo che si è congelato in freezer si può, anziché procedere con il cucchiaio a raschiare, tritare la granita ghiacciata fino a che diventi quasi una crema. Si può fare al caffè, alla mandorla, alla fragola, alla menta, al cioccolato, sarete voi stessi a dosare le quantità, che sono pressappoco simili a quelli del succo di limone (per me le più buone sono: cioccolato e panna, mandorla tostata, e limone e fragola insieme!).

Per circa 15 brioches:
- 1kg di farina 00
- 200gr di margarina
- 200gr di zucchero
- 2 uova
- 1 bicchiere di latte
- 2 panetti di lievito
- buccia limone o 1fiala limone
- un po’ d’acqua tiepida


Procedimento: si fa sciogliere nell’acqua tiepida (un bicchiere) il lievito e si aggiungono tutti gli altri ingredienti e si impasta, bisogna lavorare molto la pasta, si formano delle palline grandi quanto dei mandarini su della carta forno e si fanno lievitare per almeno 2 ore, dopo si mettono in forno a 180° per 10 minuti, io ho aggiunto prima di metterle in forno del miele e ho attaccato i granelli di zucchero. Usciti dal forno si aggiunge lo zucchero a velo. Per la prima volta vi consiglio di dimezzare la dose!

Post simili

16 commenti

Brioches e granita di Modica

Prende il via oggi una Rubrica dedicata alle Dolci Ricette regionali della nostra bella Italia. L'idea è nata per caso, quando Liliana mi ha mandato in mail la ricetta delle tipiche brioches di Modica che accompagnano le altrettante famose granite. Così le ho chiesto di poterla pubblicare e dar vita a questa iniziativa.


*Chi volesse far conoscere le Dolci Ricette tipiche della propria regione può mandarmele al mio indirizzo e-mail, insieme ad una foto e una presentazione del dolce....


Di seguito riporto la presentazione scritta da Liliana e le ricette che mi ha gentilmente mandato...



Presentazione: Chiunque si trovi a passare nelle zone costiere della Sicilia orientale non può
non gustare seduto in un bar (con tavolini in ferro battuto davanti a qualche chiesa barocca, come si è già visto in alcuni spot televisivi per dei noti thé) la tipica granita siciliana con la brioche. Non è solo ghiaccio con sciroppi vari, è proprio un composto che viene cotto e poi
“grattato” (con il cucchiaio che si passa con forza sulla granita gelata e ne
viene fuori una crema).La granita è un dolce estivo ma viene apprezzato soprattutto a pranzo in sostituzione di pietanze più consistenti! Vi consiglio di provare la “incappucciata”: due terzi del bicchiere sono composti di panna, si mette la panna sul fondo e poi la granita al caffè e di nuovo la panna… con la brioche è veramente fenomenale!



La ricetta della granita (quella che faccio io a casa, ovviamente quella dei bar è più buona, per circa 4 bicchieri di granita):
- mezzo litro di acqua
- 300 gr di zucchero
- 150 ml di succo di limone

Procedimento: Si porta ad ebollizione l’acqua, si fa raffreddare un po’ e si aggiunge il succo di limone e lo zucchero girando solamente con un cucchiaio. Si mette nel congelatore e si gira di tanto in tanto per non farla congelare del tutto, dopo un paio d’ore si raschia con il cucchiaio ed è pronta.

Per chi avesse un buon frullatore o il Bimby si può fare con lo stesso procedimento il composto e poi dopo che si è congelato in freezer si può, anziché procedere con il cucchiaio a raschiare, tritare la granita ghiacciata fino a che diventi quasi una crema. Si può fare al caffè, alla mandorla, alla fragola, alla menta, al cioccolato, sarete voi stessi a dosare le quantità, che sono pressappoco simili a quelli del succo di limone (per me le più buone sono: cioccolato e panna, mandorla tostata, e limone e fragola insieme!).

Per circa 15 brioches:
- 1kg di farina 00
- 200gr di margarina
- 200gr di zucchero
- 2 uova
- 1 bicchiere di latte
- 2 panetti di lievito
- buccia limone o 1fiala limone
- un po’ d’acqua tiepida


Procedimento: si fa sciogliere nell’acqua tiepida (un bicchiere) il lievito e si aggiungono tutti gli altri ingredienti e si impasta, bisogna lavorare molto la pasta, si formano delle palline grandi quanto dei mandarini su della carta forno e si fanno lievitare per almeno 2 ore, dopo si mettono in forno a 180° per 10 minuti, io ho aggiunto prima di metterle in forno del miele e ho attaccato i granelli di zucchero. Usciti dal forno si aggiunge lo zucchero a velo. Per la prima volta vi consiglio di dimezzare la dose!

Popular Posts

Like us on Facebook

Ultime da Instagram