Ricciarelli di Siena

lunedì, dicembre 17, 2012

Era un pò di tempo che volevo provarli,  pensavo fosse più difficili da farli e invece mi sono dovuta ricredere. Le ricette che si trovano nei vari siti sono più o meno simili io ho cercato di riassumerle un pò tutte e dare la mia versione....sicuramente l'originale è ben diversa, ma alla fine il sapore è molto simile.




Ingredienti:
- 250 gr di mandorle
- 200 gr di zucchero
- 200 gr di zucchero a velo
- 2 albumi
- 1 cucchiaio d'aroma alle mandorle amare
- una manciata di arancia candita tritata finemente






Procedimento: tritate  le mandorle un po' per volta con lo zucchero fino ad ottenere una sorta di farina.
Unite alla farina ottenuta l'aroma, 100 gr di zucchero a velo e la vanillina.



In una terrina sbattere leggermente in due albumi  con una frusta (senza montarli) ed aggiungerlo  un cucchiaio alla volta al composto di farina di mandorle in modo da ottenere un composto modellabile con le mani.
Versare i 100 g di zucchero a velo rimasti  sulla spianatoia o su un foglio di carta forno e passatevi una cucchiaiata d'impasto per volta conferendogli la classica forma dei ricciarelli, una sorta di rombo.




Disponete i ricciarelli formati  su una teglia ricoperta di carta da forno e lasciateli riposare per una notte. 




L'indomani cuocerli a forno caldo a 120° per 10/15 minuti circa, devo formare delle crepe in superficie ma non devono scurirsi, ma solo asciugarsi e non biscottarsi.
Conservare i ricciarelli una scatola di latta.




Post simili

6 commenti

  1. Ma che brava che sei stata!
    é leggermente diversa la tua ricetta, ma penso che siano venuti, veramente buoni, vero?
    Bravissima!

    RispondiElimina
  2. Dolci Ricette1:18 PM

    Si erano molto buoni..la prox volta aggiungo più scorza di arancia, si sentiva poco...e proverò a dare la forma più romboidale..
    grazie per la visita!! A presto

    RispondiElimina
  3. Ma allora li hai fatti anche tu! La ricetta è simile alla mia quindi credo che il sapore sia davvero buonissimo. Una cosa che però ti consiglio per quando li rifarai, è di non metterci i canditi. Il ricciarello di per se è già dolce e non contiene canditi di nessun genere. Il delicato aroma di arancio glielo da la scorza grattugiata che è davvero più che sufficiente a dare una nota di freschezza. Per il resto sei stata bravissima e la loro forma è assolutamente perfetta. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  4. Eh infatti erano un bel pò dolci, ma in diverse ricette avevo visto l'uso dell'arancia candita, così l'ho messo...la prossima volta userò la scorza grattugiata. Grazie per le dritte. A presto e benvenuta :)

    RispondiElimina
  5. mi hai convinta!!!!

    :-)

    buon Natale!!

    Pippi

    RispondiElimina
  6. @Pippi: grazie cara e buon Natale anche a te.

    RispondiElimina

Ricciarelli di Siena

Era un pò di tempo che volevo provarli,  pensavo fosse più difficili da farli e invece mi sono dovuta ricredere. Le ricette che si trovano nei vari siti sono più o meno simili io ho cercato di riassumerle un pò tutte e dare la mia versione....sicuramente l'originale è ben diversa, ma alla fine il sapore è molto simile.




Ingredienti:
- 250 gr di mandorle
- 200 gr di zucchero
- 200 gr di zucchero a velo
- 2 albumi
- 1 cucchiaio d'aroma alle mandorle amare
- una manciata di arancia candita tritata finemente






Procedimento: tritate  le mandorle un po' per volta con lo zucchero fino ad ottenere una sorta di farina.
Unite alla farina ottenuta l'aroma, 100 gr di zucchero a velo e la vanillina.



In una terrina sbattere leggermente in due albumi  con una frusta (senza montarli) ed aggiungerlo  un cucchiaio alla volta al composto di farina di mandorle in modo da ottenere un composto modellabile con le mani.
Versare i 100 g di zucchero a velo rimasti  sulla spianatoia o su un foglio di carta forno e passatevi una cucchiaiata d'impasto per volta conferendogli la classica forma dei ricciarelli, una sorta di rombo.




Disponete i ricciarelli formati  su una teglia ricoperta di carta da forno e lasciateli riposare per una notte. 




L'indomani cuocerli a forno caldo a 120° per 10/15 minuti circa, devo formare delle crepe in superficie ma non devono scurirsi, ma solo asciugarsi e non biscottarsi.
Conservare i ricciarelli una scatola di latta.




6 commenti:

  1. Ma che brava che sei stata!
    é leggermente diversa la tua ricetta, ma penso che siano venuti, veramente buoni, vero?
    Bravissima!

    RispondiElimina
  2. Dolci Ricette1:18 PM

    Si erano molto buoni..la prox volta aggiungo più scorza di arancia, si sentiva poco...e proverò a dare la forma più romboidale..
    grazie per la visita!! A presto

    RispondiElimina
  3. Ma allora li hai fatti anche tu! La ricetta è simile alla mia quindi credo che il sapore sia davvero buonissimo. Una cosa che però ti consiglio per quando li rifarai, è di non metterci i canditi. Il ricciarello di per se è già dolce e non contiene canditi di nessun genere. Il delicato aroma di arancio glielo da la scorza grattugiata che è davvero più che sufficiente a dare una nota di freschezza. Per il resto sei stata bravissima e la loro forma è assolutamente perfetta. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  4. Eh infatti erano un bel pò dolci, ma in diverse ricette avevo visto l'uso dell'arancia candita, così l'ho messo...la prossima volta userò la scorza grattugiata. Grazie per le dritte. A presto e benvenuta :)

    RispondiElimina
  5. mi hai convinta!!!!

    :-)

    buon Natale!!

    Pippi

    RispondiElimina
  6. @Pippi: grazie cara e buon Natale anche a te.

    RispondiElimina

Popular Posts

Like us on Facebook

Ultime da Instagram